01 apr 2016

Morassut stronca Marino: una poesia contro il libro dell'ex sindaco

Morassut stronca Marino: una poesia contro il libro dell'ex sindaco

Un po' Belli e un po' Trilussa, Roberto Morassut risponde per le rime, è proprio il caso di dirlo, a Ignazio Marino. Se l'ex sindaco nel suo libro ha aperto la botola delle accuse, il deputato dem gli dedica una poesia.  Quattro terzine di endecasillabi in perfetta rima incatenata per recensire Un marziano a Roma:

Passati mesi assai dal ratto crollo,
Il ligure tornò con nuovo tomo.
Non d'ira né rancor era satollo.

Scagliossi con la verba all'omo all'omo.
Guerin, Esposto, Causo ed anco Orfin,
Tirò in baruffa ostil e non fu domo.

Sorpreso a lui rispose anche 'l Verin.
Per mesi aveva nunziato il volumetto.
Ben poco ve ne scorsi, in vero, al fin.

Nell'aere poco e vano fu lo fumo.
Passò un secondo. E chiuso fu il cassetto.


Di Simone Canettieri per il Messaggero.it

Nessun commento:

Posta un commento